Volkswagen T-Roc: provato il 1.6 TDI, tecnologico e omologato Euro 6D-temp

Con il 1.6 TDI il crossover di Volkswagen diventa più parco nei consumi e mantiene tutte le tecnologie viste in passato.

provato Volkswagen T-Roc: provato il 1.6 TDI, tecnologico e omologato Euro 6D-temp
Articolo a cura di

La T-Roc ha fatto il suo debutto nel settembre 2017, con un solo obbiettivo: portare Volkswagen nel segmento dei SUV compatti. Un crossover moderno e dalle linee accattivanti mancava alla casa tedesca, ma dopo un anno i dati indicano che la scelta di puntare su questo settore, in forte crescita in Itaila, si è rivelata corretta. Da gennaio ad ottobre sono state immatricolate 20.000 unità nel nostro paese, rendendo la T-Roc uno dei crossover più apprezzati in Italia.
Le motorizzazioni disponibili però non prevedevano, al lancio, una variante TDI più parca nei consumi, lasciando tutto nelle mani del potente 2.0 TDI da 150 cv. Per completare la gamma e in attesa della T-Cross, in arrivo nei primi mesi del 2019, Volkswagen ha reso disponibile il 1.6 TDI da 115 cv, che abbiamo provato proprio in questi giorni.

Un diesel pacato che consuma poco

Volkswagen non intende abbandonare il diesel. Nonostante le forti pressioni che arrivano da più fronti, il diesel è ancora oggi molto richiesto, anche perchè i motori più aggiornati garantiranno ancora anni di utilizzo senza incappare in blocchi del traffico. Milano, ad esempio, prevede il blocco della circolazione nell'area B degli Euro 6d-Temp solo nel 2030. Insomma, comprare oggi un diesel non significa andare incontro a brutte sorprese, a patto di verificare bene che sia omologato con gli ultimi standard. Nel caso della T-Roc 1.6 TDI siamo proprio di fronte a una motorizzazione Euro 6D-Temp, con 115 cavalli e una coppia di 250 nm tra i 1.750 e i 3.200 giri. Questa variante è disponibile esclusivamente con cambio manuale a 6 marce, niente DSG, e raggiunge la velocità massima di 187 Km/h, con uno 0-100 in 10.9 secondi.
Rispetto alle motorizzazioni benzina e diesel da 150 cv, che abbiamo guidato in una prova precedente, i 35 cavalli in meno si fanno sentire sui tornanti delle colline veronesi dove abbiamo effettuato il test, almeno se non si sta attenti a mantenere la coppia ideale. I 1395 Kg della T-Roc del resto non sono pochi, ma se la spinta non è quella del 2.0 non lo sono nemmeno in consumi, con i dati forniti da Volkswagen che indicano 22.7 km/l nel ciclo combinato. Tutta un'altra storia in autostrada, dove la spinta fornita dal 1.6 TDI ha offerto un ottimo comfort di marcia, grazie anche all'assetto piuttosto rigido e alla qualità del telaio MQB.

Interni e Infotainment

Il colpo d'occhio entrando in una T-Roc è notevole. A spiccare sono tre elementi: l' Active Info Display, il sistema Composition Media e gli inserti colorati sul cruscotto. Non ci sono modifiche al design degli interni rispetto a quello d'esordio del 2017, ma una novità c'è. La T-Roc 1.6 TDI è infatti la prima vettura della casa a montare un Active Info Display di seconda generazione, con una risoluzione più alta rispetto al passato. Per chi non lo sapesse, Active Info Display è uno schermo che va a sostituire la classica strumentazione analogica sul cruscotto, offrendo informazioni che vanno dalla velocità di marcia ai consumi, passando per le mappe. La differenza rispetto al passato si vede, il pannello da 10.25 pollici offre ora una risoluzione superiore e, almeno all'apparenza, colori più accesi e una luminosità più elevata.
L'integrazione con il sistema Composition Media, il cui schermo da 8 pollici è posizionato al centro del cruscotto, protetto da una lastra di vetro, è molto buona. Grazie a questi due schermi si può gestire tutta la componente multimediale dell'auto, oltre a quella più operativa.
Si può ad esempio spostare il navigatore da un pannello all'altro, oppure integrare le informazioni sulla navigazione dello schermo principale con degli avvisi che segnalano la strada da percorrere sull'Active Info Display. Le possibilità offerte sono molte, con un livello di personalizzazione elevato, anche dell'interfaccia, che può modificarsi in base alle esigenze.

Se si vogliono tenere sotto controllo i consumi c'è un apposito layout dell'Active Info Display che li mette in evidenza, come anche un altro incentrato sul navigatore. Il tutto è comandabile senza mai togliere le mani dal volante, grazie ai comandi integrati nello sterzo, che necessitano di un breve periodo di apprendimento per essere padroneggiati a dovere, ma una volta appresi diventa naturale usarli. Esempio perfetto è l'attivazione dell'ACC, che regola automaticamente la distanza dalla vettura davanti a noi. In autostrada, basta premere un pulsante sul voltante per attivarlo, e usare poi i selettori "+" e "-" per regolare la velocità di marcia in tutta semplicità.

Sistemi di sicurezza

T-Roc offre diversi sistemi di assistenza alla guida, alcuni dei quali di serie in base all'allestimento. Oltre al già citato ACC (di serie), troviamo l'Emergency Assist, molto utile in caso di malore del conducente. Se il sistema rileva che il guidatore non ha più il controllo dell'auto lo avvisa con una serie di frenate. Se non riceve risposta, l'ACC interviene regolando automaticamente velocità e distanza dalle altre vetture, mentre il Lane Assist (di serie) mantiene l'auto in carreggiata, fino all'arresto della marcia in totale sicurezza. Molto utile il sistema di rilevamento della stanchezza del guidatore (di serie). Superati i 65 Km/h, l'auto analizza il comportamento del guidatore e se rileva azioni riconducibili a uno stato di stanchezza lo avverte che è il momento di fare una pausa. Interessante anche la frenata anti-collisione multipla: in caso di incidente, il sistema attiva automaticamente i freni, con un tempo di reazione superiore a quello umano, evitando così eventuali carambole contro altre vetture.
Questi sono solo alcuni dei sistemi di sicurezza-assistenza alla guida disponibili, che comprendono anche abbaglianti Light Assist, Park Assist, telecamera per la retromarcia, Front Assist con riconoscimento dei pedoni e frenata di emergenza, sistema di assistenza alla guida in colonna e l'assistenza al cambio di corsia. La tecnologia non manca di certo alla T-Roc, che sotto questo aspetto offre molte alternative utili in caso di pericolo.

Allestimenti

T-Roc con motore 1.6 TDI è in vendita in Italia a partire da 27.150€, in due allestimenti. Il primo, quello Style, comprende già una dotazione completa, con fari LED posteriori, fendinebbia, tetto, montanti anteriori e specchietti con colore a contrasto, sistema Composition Media da 8 pollici con App-Connect, connettività Bluetooth e USB e cerchi in lega da 17". Corposa la dotazione di sicurezza e di assistenza alla guida, che include Cruise Control Adattivo, Front e Lane Assist, sistema di riconoscimento della stanchezza del guidatore, sensori di parcheggio Park Pilot anteriori e posteriori, volante multifunzione e molto altro. La variante Advanced invece aggiunge inserti esterni cromati, gruppi ottici posteriori scuri LED, fari anteriori a LED, climatizzatore automatico, Active Info Display e cerchi in lega da 18 pollici.