Skoda Superb Wagon 2020 alla prova: tanto spazio per viaggi e famiglia

La Skoda Superb Wagon è un'ammiraglia che offre tanto spazio e comfort, senza rinunciare a un alto carico tecnologico e ai sistemi di sicurezza attivi.

provato Skoda Superb Wagon 2020 alla prova: tanto spazio per viaggi e famiglia
Articolo a cura di

Fino a pochi anni fa le station wagon erano la prima scelta delle famiglie. Pratiche e con tanto spazio all'interno, avevano preso il posto delle classiche berline tre volumi, grazie alla loro versatilità e alla capacità di carico maggiorata. Oggi le tendenze si sono modificate e i SUV vengono scelti sempre più spesso al posto delle wagon, con la promessa di più spazio, maggiore sicurezza e una posizione di guida rialzata, unita a design più sportivi e al passo coi tempi. In realtà, una station wagon riesce oggi spesso a superare SUV e crossover per abitabilità e comfort, come dimostra la Skoda Superb Wagon, ammiraglia della casa cecoslovacca che abbiamo provato in queste settimane nella sua variante diesel.

Linee classiche

La Superb spicca di più per le sue dimensioni che per il look. Il restyling del 2019 ha portato cambiamenti senza però rivoluzioni, mantenendo in buona parte le linee del passato ma aggiornando il design di avantreno e retrotreno, con una calandra leggermente più larga e nuove cromature che vanno a rendere il frontale leggermente differente rispetto al passato. Nella nostra versione di prova sono disponibili anche i fari Cristal Lightning, che donano ulteriore aggressività all'insieme e illuminano molto bene la strada. Sul retro il disegno dei gruppi ottici rimane la principale novità rispetto al modello precedente. La Skoda Superb Wagon mantiene quindi il suo look caratteristico aggiungendo però un pizzico di personalità grazie a linee più tagliate.

Da tenere in considerazione c'è anche la variante Scout, che porta in dote, oltre alla trazione integrale, anche diverse novità estetiche, con protezioni aggiuntive sulla scocca e un assetto più alto di 1.5 cm rispetto a questo modello di prova, avvicinando la Superb al mondo SUV.

Tanto spazio per cinque

La storia della Superb parte dal lontano 2001, quando fece il suo debutto sulla base del pianale della Passat. Da allora è cambiato praticamente tutto, dalle linee all'offerta tecnologica la Superb è cresciuta, mantenendo però sempre intatta una delle sue caratteristiche primarie, ovvero un'abitabilità da prima della classe. Già osservandola dall'esterno questa traspare tutta dalla lunghezza della vettura, di 4,86 metri, che insieme alla larghezza di 1.86 metri e all'altezza di 1.47 metri si traduce in tanto spazio, sia per i passeggeri che nel bagagliaio. Con una capienza che varia dai 660 ai 1950 litri, il vano di carico è uno dei più ampi della categoria, una caratteristica non da poco e integrata in modo intelligente. C'è un doppiofondo e diversi spazi che possono ospitare gli oggetti più disparati ed è anche dotato di una barra trasversale da utilizzare per mantenere fermi i carichi di dimensioni più piccole.

Altro vantaggio sono le linee razionali scelte da Skoda per il bagagliaio, che rendono il caricamento di oggetti di grandi dimensioni più semplice. Lo spazio non manca di certo alla Superb, che nonostante la grande capacità di carico non rinuncia a offrire un comfort elevato per cinque all'interno dell'abitacolo.
Anche i passeggeri posteriori hanno molto spazio per le gambe, per una vettura che sembra tarata appositamente per le famiglie.
C'è poi tanta attenzione per i piccoli dettagli, dai porta ombrelli nelle portiere ai fermi aggiuntivi per i piccoli oggetti che si caricano nel bagagliaio, che grazie al velcro possono essere fissati direttamente sul materiale che ricopre il vano di carico. La Superb Wagon fa della praticità un mantra, senza rinunciare alla qualità. Skoda ha fatto un ottimo lavoro, sia sulle plastiche che sul tessuto che ricopre i sedili, che vanno a confermare lo status di ammiraglia per la wagon ceca. Anche il comfort acustico si conferma su ottimi livelli, durante la marcia il motore e i suoni esterni sono molto attutiti.

Il diesel consuma poco e spinge, ma ci sono alternative

Abbiamo provato la versione 2.0 TDI con cambio automatico DSG a 7 rapporti e ne siamo rimasti piacevolmente colpiti, sia per le prestazioni che per i consumi. Durante il nostro test, svolto in autostrada e nel traffico cittadino, durato circa 500 km, abbiamo rilevato un consumo di 6.9l/100Km, utilizzando la modalità Normale. Ovviamente puntando sull'impostazione Eco o Sport si possono raggiungere risultati migliori o peggiori, anche lo stile di guida conta molto, nel nostro caso non abbiamo prestato particolare attenzione a consumare meno. Nonostante un peso di quasi 1600 Kg la spinta è notevole, non si sente il bisogno di maggiore potenza (è disponibile anche il 2.0 TDI da 190 nella variante 4x4).

Non si tratta di una vettura pensata per la guida sportiva, le sospensioni sono tarate per offrire il massimo comfort di marcia più che un assetto rigido, basta passare sopra un dosso per capirlo. L'assetto "morbido" porta un approccio più tranquillo alla guida, la Superb rimane comunque molto piacevole da guidare e quando serve l'accelerazione e la reattività non mancano.

Il 2.0 TDI sembra tarato appositamente per questa vettura, tuttavia, nonostante la certificazione Euro 6d-TEMP, in questo periodo il diesel non gode certo di molta popolarità. Fortunatamente a listino ci sono il 1.5 e il 2.0 TSI, da 150 e 272 cv, e anche la varianti ibride Plug-In da 218 cv, in grado di soddisfare le esigenze di una vasta tipologia di guidatori, che riprendono quanto visto sulla Passat GTE.

Tanta tecnologia per intrattenimento e sicurezza

Dopo aver provato la nuova Golf 8 trovarsi di fronte alla mole di pulsanti disponibili sulla Superb Wagon è un po' spiazzante, il futuro è sicuramente touch ma oggi una buona dose di pulsanti fisici è certamente più semplice da gestire e più rassicurante. Non che manchino gli schermi, perché sul cruscotto ce ne sono due, uno collocato davanti al guidatore, da 10.2 pollici, che va a sostituire la classica strumentazione analogica, l'altro invece piazzato al centro della plancia, nel nostro caso da 9.2 pollici, per la gestione dell'infotainment. La compatibilità con Apple CarPlay e Android Auto è garantita, sia collegando il telefono via cavo che attraverso il Wi-Fi (questo disponibile solo per alcuni modelli di smartphone). Il sistema riprende in tutto e per tutto le funzioni viste in altre vetture del gruppo Volkswagen, ed è un bene, perché l'OS, pur senza le chicche viste sulla Golf 8, offre tutto quello serve, dalla navigazione alla gestione dell'auto.
Si possono configurare le luci interne Ambient Light, per creare un'atmosfera particolare all'interno dell'abitacolo, come anche scoprire molte informazioni su consumi e sullo stato della vettura.

Il Virtual Cockpit davanti al guidatore consente di modificare in tempo reale le informazioni mostrate, si può scegliere ad esempio di visualizzare tachimetro e contagiri, per un look più classico, oppure le informazioni di navigazione, o quelle sui consumi.
Anche in questo caso non manca davvero nulla, una completezza che si nota anche negli assistenti alla guida. Cruise Control Adattivo, frenata d'emergenza con riconoscimento dei pedoni, park assist, assistente angolo cieco, mantenimento di corsia sono tutti presenti (non tutti di serie purtroppo). Abbiamo provato il Cruise Control Adattivo diverse volte in autostrada e si è dimostrato funzionale nel rendere più confortevole il viaggio.
La Superb adatta la velocità e mantiene le distanze in base al traffico, tutto come da programma.
Viste le dimensioni generose, il park assist si rivela un prezioso aiuto per chi non è molto pratico nei parcheggi, anche se in quelli più stretti è meglio procedere manualmente. Da sottolineare anche l'ottimo impianto audio di serie, che riesce a offrire un buon range sonoro e una spazialità sorprendente.

Skoda Superb Wagon Sempre più spesso si guarda ai SUV se si è in cerca di tanto spazio per la famiglia. La Skoda Superb Wagon tuttavia offre il massimo comfort sia nell’abitacolo che nel vano di carico, configurandosi come la soluzione ideale per chi necessita di un'abitabilità elevata. Questa è il punto forte della wagon ceca, che si è rivelata anche piacevole da guidare e ricca di tecnologia. Il diesel che abbiamo provato sembra tarato a puntino per questa vettura, in molti però sceglieranno una motorizzazione diversa, la demonizzazione di questo tipo di motori ha cambiato il mercato del resto. Con un prezzo di partenza di 34.600 euro, la Superb Wagon si fa pagare, ma la qualità e il comfort si vedono tutti, confermando quanto di buono visto finora sull’ammiraglia di casa Skoda.