In pista con il CUPRA Formentor VZ5 a 5 cilindri: non chiamatelo SUV

Siamo stati invitati in Catalogna da CUPRA per provare in anteprima il nuovo Formentor VZ5, armato con un 2.5 TSI da ben 390 CV.

In pista con il CUPRA Formentor VZ5 a 5 cilindri: non chiamatelo SUV
Articolo a cura di

A tre anni dalla fondazione, CUPRA festeggia un nuovo compleanno alla grande, sganciando una bomba senza precedenti. Se anche voi appartenete a quella cerchia di appassionati a cui la parola "SUV Sportivo" fa storcere il naso, beh, con l'ultimo modello del marchio spagnolo forse dovrete ricredervi.
Ai piedi del Montserrat, in Catalogna, il brand sportivo figlio di SEAT ci ha presentato il nuovo CUPRA Formentor VZ5, un crossover tutt'altro che convenzionale spinto dal poderoso 2.5 TSI 5 cilindri che prima del SUV catalano aveva equipaggiato solamente i modelli più spinti della line-up Audi.
Strettamente imparentata con il Formentor VZ 2.0 TSI, la variante Veloz 5 diventa ancora più inferocita, tanto da potersi permettere il lusso di girare in pista a tavoletta con l'agilità di una berlina o di una coupé.

Design

Vi ricordate il CUPRA Formentor da 310 CV che abbiamo provato qualche mese fa? L'estetica della VZ5, a un occhio disattento, potrebbe sembrare identica alle sorelle VZ 2.0 TSI e 1.4 e-TSI ma in realtà ci sono tanti piccoli dettagli che fanno la differenza.

Frontalmente, per esempio, è stata rivista la parte inferiore del paraurti aggiungendo degli inserti "a lama" in fibra di carbonio e nuove prese d'aria funzionali, utili a convogliare meglio i flussi d'aria verso l'intercooler.
Stesso discorso per il posteriore, dove troviamo altri accorgimenti dal sapore corsaiolo come l'estrattore in fibra di carbonio e i quattro tubi di scarico in rame che ricordano un po' lo stile della Ferrari California del 2009.
A completare il design super aggressivo di Formentor VZ5 ci sono poi i nuovi cerchi bicolor da 20 pollici da cui fa capolino l'immenso impianto frenante Akebono con pinza monoblocco a 6 pistoncini e dischi da 375 mm su campana flottante. La formula vincente resta la stessa quindi, non è un caso che 2/3 delle auto vendute a marchio CUPRA siano proprio Formentor. La mano di Mesonero-Romanos si vede tutta, nelle linee tese e muscolose della carrozzeria e nei dettagli del nuovo corso stilistico della casa di Martorell, tra cui la firma luminosa coast-to-coast posteriore e i gruppi ottici frontali dal disegno triangolare. Gli interni, rispetto alle novità dell'esterno, cambiano poco ma le differenze sono tangibili.

La prima cosa che notiamo sono sicuramente i sedili anteriori, non più semplicemente "sportivi" ma disegnati per essere veramente di supporto in pista. Su CUPRA Formentor VZ5 non si trotterella, tenetevi forte.
Infatti la seduta, ribassata rispetto al modello standard, ci regala due magnifici sedili a guscio in fibra di carbonio rivestiti finemente in pelle con cuciture color rame, molto contenitivi ma non per questo scomodi. Per il resto l'interior design di Formentor VZ5 resta fedele al modello di base, ma questa non è una critica, anzi.

L'abitacolo risulta minimale ma allo stesso tempo elegante e ben curato, come avevamo già constatato in precedenza - comune denominatore di quasi tutti i nuovi modelli SEAT/CUPRA - la plancia incorpora pochi ed essenziali comandi fisici, mentre i restanti sono tutti raggiungibili attraverso l'infotainment su schermo touch da 12 pollici. Pregio o difetto? Noi avremmo preferito qualche bottone e nottolino extra, ma su un modello del genere ciò che conta è avere i Driving Mode a portata di dito e il volante è appunto provvisto di pulsante dedicato.

In pista con il CUPRA Formentor VZ5

Quello che stiamo per dire forse non andrà giù ai puristi ma Formentor VZ5 è un SUV solo sulla carta. È più basso di 10 mm rispetto al VZ 2.0 TSI e oltre a questo gli ingegneri di Martorell hanno dotato la vettura di un assetto a regolazione adattiva (DCC) con ben 15 livelli di setup degli ammortizzatori, in modo da permettere all'utente una scelta personalizzata di guida in base alla strada da percorrere.

Verrebbe da pensare che portare in pista un crossover da 1.600 kg possa essere tutt'altro che divertente, ma anche qui vi assicuriamo che c'è da rimanere a bocca aperta.
Telaio, assetto e trasmissione lavorano in totale armonia, abbiamo testato la Veloz Cinco sul tracciato ricco di saliscendi di Castellolì, poco lontano da Barcellona, e siamo rimasti sorpresi da quanto questo SUV sia feroce e incisivo tra i cordoli.
Il motore da 390 CV e 480 Nm ha un tiro incredibile ed è autolimitato a 250 km/h, il cinque cilindri spinge fortissimo fin dai regimi minimi e non si ferma fino a quando raggiunge la red line, mentre il DSG 7 inserisce i rapporti come fossero fucilate. Grazie al sistema di ripartizione della coppia e alla trazione integrale, l'uscita di curva avverrà con tonnellate di grip e un ripresa fulminea, lo scatto da fermo per esempio è folgorante: 0-100 km/h in appena 4.2 secondi. L'assetto è ben tarato, i tecnici spagnoli hanno trovato un setup perfetto per far correre in pista anche i neofiti, CUPRA Formentor VZ5 infatti non è particolarmente impegnativo e non avrete né problemi di sovrasterzo né di sottosterzo - anche se un pochino, specialmente in ingresso di curve larghe e veloci, si sente - ma il comportamento neutro della vettura permette un guida al limite senza rischiare spiacevoli inconvenienti.

Oltre a un camber più accentuato rispetto a VZ 2.0 TSI e boccole più rigide - rollio e beccheggio ringraziano - il merito va al sistema di ripartizione variabile della coppia alle ruote posteriori (o Torque Splitter), che grazie all'utilizzo di due frizioni idrauliche nel differenziale aiuta a chiudere più facilmente le curve. Una sorta di torque vectoring meccanico, in poche parole.
Questo sistema trova poi il suo massimo sfogo con il Drift Mode, dove il 50% delle coppia viene inviata alle ruote posteriori ed è davvero semplice mettere di traverso Formentor in powerslide.

Per i più smanettoni c'è anche la possibilità di utilizzare tramite il virtual cockpit da 10,25 pollici completamente personalizzabile una modalità specifica chiamata CUPRA View che mostra in maniera mirata le informazioni di RPM, coppia, potenza, pressione turbo e forza G.
A proposito delle modalità di guida: sono ben 6 in tutto (Comfort, Sport, CUPRA, Drift, Individual, Offroad) e la più indicata per la pista è ovviamente il setting CUPRA (o Individual se lo si imposta al massimo della sportività) ma è fondamentale disattivare completamente l'ESC premendo per 3 secondi il relativo pulsante, al contrario la centralina tenderà a tagliare sempre potenza in uscita di curva rendendo la vettura un po' scorbutica e poco reattiva.
Infine non ci resta che lodare l'impianto frenante Akebono, davvero instancabile. Grazie alla gigantesca pinza monoblocco da 18 pollici e 6 pistoncini potrete divertirvi in pista per un bel po' prima di mandare in crisi l'intero il comparto di frenata. Noi in quasi 7 giri di pista full gas non ci siamo proprio riusciti.

In strada

Più che in pista, dove già si comporta egregiamente per essere un SUV, Formentor VZ5 si trova totalmente a suo agio sulle strade di montagna. Per testare il suo comportamento in campo "civile" l'abbiamo portato sulle magnifiche strade del parco del Montserrat, dove il crossover catalano ha ribadito quanto sia estremamente performante e piacevole da guidare anche in strada.

In salita si viene letteralmente sparati verso la curva successiva dalla potenza del 5 cilindri TSI, accompagnati dall'inconfondibile suono frutto della sequenza di accensione del motore di 1-2-4-5-3, mentre grazie al Multilink al posteriore e al MacPherson all'anteriore l'auto seguirà ogni vostro comando senza la minima esitazione.
Divora abilmente il misto stretto e abbiamo apprezzato tanto il modo in cui il retrotreno segue l'auto nei cambi di direzione repentini, dote tutt'altro che scontata su un SUV. Avremmo gradito forse uno sterzo un po' più comunicativo e meno demoltiplicato (magari settabile attraverso i Driving Profile) per affrontare le curve più strette ma è anche vero che Formentor VZ5 deve scontrarsi anche con la guida cittadina di tutti i giorni. Si viene tentati di chiedere "di più" al carattere sportivo della vettura, magari con uno scarico più rumoroso (all'interno dell'abitacolo è parecchio attenuato) o come appena detto con uno sterzo più rigido ma uno dei tratti che più ameranno i futuri proprietari della VZ5 è la capacità di cambiare completamente carattere con un clic.

Basta infatti impostare la modalità Comfort per trovarsi alla guida di un SUV cittadino silenzioso e in grado di assorbire molto bene le asperità del terreno. La tecnologia a bordo è tanta ed è la stessa che troviamo anche sulle altre declinazioni di Formentor, tra cui l'assistente vocale "Hola, Hola", svariati ADAS di secondo livello, sensori e telecamere di parcheggio.
I consumi non sono stati dichiarati perché l'auto al momento è ancora in fase di omologazione ma è lecito aspettarsi qualcosa di simile alla cugina RSQ3: circa 10 litri per 100 km in combinata.

Il CUPRA Formentor VZ5 secondo noi

Come avrete già capito, il CUPRA Formentor VZ5 ci è piaciuto davvero tanto. Abbiamo avuto modo di paragonarlo direttamente alla variante 2.0 TSI durante la stessa giornata e nonostante 310 CV siano già più che sufficienti per divertirsi, una volta al volante del modello equipaggiato col 2.5 TSI viene quasi da chiedersi se i due Formentor siano davvero la stessa macchina. VZ5 crea un solco davvero profondo in un mercato in rapida espansione come quello dei crossover sportivi (pensate a Puma ST, T-Roc R, RSQ3 ecc) alzando notevolmente l'asticella. Le performance ormai non sono più solo prerogativa delle auto "basse" e Formentor lo mette bene in chiaro: si guida bene un po' ovunque ma in pista tira fuori davvero il coltello e ci si dimentica quasi di guidare un SUV.

L'arrivo sul mercato è previsto verso la fine del 2021, gli esemplari - disponibili in Nero Midnight, Grigio Magnetico opaco e Petrol Blue opaco - saranno solamente 7.000, mentre a 2022 inoltrato è prevista una special edition in Taiga Grey di altri 999 esemplari numerati.
Il prezzo non è ancora stato comunicato ma considerando che il modello equipaggiato col 2.0 TSI da 310 parte da 45.000 euro circa, si potrebbe stimare un prezzo di partenza di 54-55.000 euro per la variante a cinque cilindri, a cui va poi aggiunta l'ecotassa. Non un prezzo "facile", ma considerate che la parente stretta RSQ3 arriva come niente a 80.000 euro.