In pista con la nuova Ford Focus ST: emozioni a 4 cilindri

Siamo stati al circuito di Castelletto di Branduzzo con una nuova Ford Focus ST da 280 CV, divertendoci come bambini in un negozio di caramelle.

provato In pista con la nuova Ford Focus ST: emozioni a 4 cilindri
Articolo a cura di

Secondo molti appassionati il Castelletto Circuit, l'autodromo e motodromo di Castelletto di Branduzzo in provincia di Pavia, è uno dei più tecnici d'Italia, omologato inoltre sia FMI che CSAI. Perché però abbiamo deciso di parlarne, un po' a sorpresa? Perché abbiamo affrontato le sue particolari curve con la nuova Ford Focus ST, una vettura dal DNA sportivo che sin dai primi istanti di guida è riuscita a farci provare emozioni molto forti, intense, anche grazie all'ottimo suono del motore proveniente dal cofano.
Partiamo proprio dal propulsore, dal cuore vivo di quest'auto, capace - come vedremo meglio più avanti - di coniugare alla perfezione la vita cittadina, i lunghi viaggi in autostrada e la competizione in pista. Due (e mezzo) le motorizzazioni proposte a listino dall'ovale blu: un 2.0 EcoBlue diesel con cambio manuale a 6 marce, un 2.3 EcoBoost benzina con cambio automatico a 7 marce (senza doppia frizione però), un 2.3 EcoBoost benzina con cambio manuale a 6 marce, proprio la configurazione che abbiamo guidato su pista e senza ombra di dubbio la più divertente fra tutte.

Parliamo di un propulsore in grado di sprigionare 280 CV di potenza e raggiungere i 250 km/h, con un'accelerazione da 0 a 100 km/h possibile in appena 5,8 secondi, tutte prestazioni eccezionali per una vettura "cittadina" come la Focus ST.

Una vettura dalla doppia anima

La nuova vettura sportiva dell'ovale blu riesce infatti a camuffarsi alla perfezione nel traffico quotidiano, a meno che non si opti per la speciale colorazione arancione che fa spiccare in maniera marcata il suo animo aggressivo. In città il motore 2.3 si muove consumando 10.8 litri di carburante ogni 100 km, in autostrada invece - dosando a dovere l'acceleratore, anche se vi assicuriamo che con tale potenza è davvero difficile... - si riesce a toccare da scheda tecnica i 6,2 litri, mentre il combinato ci parla di 7,9 litri/100 km, dati abbastanza realistici secondo la nostra esperienza, anche se in autostrada si oscilla dai 7 agli 11 litri/100 km in consumo istantaneo, con velocità di crociera fra i 110 e i 135 km/h. Una velocità che la nuova Ford Focus ST fa praticamente a occhi chiusi: grazie alla sua coppia da 400 Nm e alla sua modalità di guida Sport, eseguire un qualsiasi sorpasso in autostrada è un gioco da ragazzi, estremamente divertente e immediato. Anche se si è già in sesta marcia, basta semplicemente accelerare per sentire il motore ruggire più del solito e guadagnare strada davanti a se, senza la minima incertezza.

La vera essenza di questa vettura si può però testare soltanto nel suo habitat naturale: la pista. Sia in modalità Sport che in quella Circuito, che rimuove alcuni controlli elettronici per lasciare molta più responsabilità alle mani del pilota, il 4 cilindri di Ford con differenziale elettronico e trazione anteriore diventa un autentico mostriciattolo, con accelerazioni rapide, frenate precise, ripartenze immediate, cambiate fluide e fulminee (con tanto di doppietta automatica che rende le scalate più agevoli, tenendo a bada i giri motore).

I cerchi da 19 pollici inoltre hanno aiutato a garantire una stabilità impressionante anche nelle curve più complicate, con l'elettronica che è subentrata in un paio di occasioni per limitare la sovrasterzata e mantenerci dritti sull'asfalto anche senza trazione integrale - su un tracciato poi complicato come quello di Castelletto di Branduzzo, che essendo pensato soprattutto per le moto e le auto da rally ha una pendenza costantemente ballerina, con discese e risalite continue.

Divertimento a 4 cilindri

Difficile descrivere a parole il divertimento che si prova con una nuova Ford Focus ST fra le mani su una pista a nostra disposizione, tutto inoltre senza alcun compromesso sul fronte della comodità. I sedili Recaro di serie su questa variante sono infatti estremamente avvolgenti, adatti su circuito come per lunghi viaggi in autostrada.
A proposito di autostrada, la vettura arriva sul mercato anche completa dei migliori sistemi di assistenza alla guida attualmente disponibili, con un Cruise Control Adattivo con Stop&Go particolarmente efficace, un sistema di rilevamento del Blind Spot estremamente preciso e molti altri, pensiamo ad esempio all'Active Park Assist 2 e al Cross Traffic Alert con Active Braking.
L'auto è inoltre capace di riconoscere in automatico i limiti di velocità stradali, tenendo così a freno l'accelerazione (funzione che si può bypassare semplicemente schiacciando il pedale dell'acceleratore).

In totale sono oltre 20 i sistemi di assistenza alla guida presenti a bordo, sarebbe dunque alquanto noioso elencarli tutti in questo articolo, inoltre solo con la variante con cambio automatico incluso nel prezzo vi è anche l'avanzato Co-Pilot di Ford. A completare il quadro generale anche un sistema audio B&O PLAY, la tecnologia Keyless, un pad per la ricarica wireless dello smartphone, sedili e sterzo riscaldabili - fra gli altri. Il consiglio è ovviamente quello di andare in concessionaria a visionare tutto di persona, scoprendo feature e i vari optional disponibili sulle varie versioni. La parola concessionaria però ne richiama subito un'altra: prezzi.

La Ford Focus ST 2.3 EcoBoost da 280 CV e cambio manuale costa chiavi in mano 38.500 euro (IVA inclusa), con il cambio automatico e Ford Co-Pilot si arriva a 41.000 euro netti, mentre la variante diesel con Ecoblue 2.0 e cambio manuale tocca i 39.100 euro, sempre chiavi in mano e IVA inclusa. Presente solo la variante 5 porte, con Ford che ha deciso di abbandonare la Station Wagon al suo destino.

Parliamo in ogni caso di motorizzazioni omologate Euro 6.2 con emissioni di CO2 pari a 179 g/km per il motore benzina, 125 g/km per il propulsore a gasolio. Inutile dirvi di fare attenzione a Ecotassa e Superbollo, poiché arriviamo a 206 kW per il 2.3 benzina, salvo invece il diesel da 140 kW; chi sceglie una Focus ST però, solitamente almeno, non guarda certo a dettagli simili o ai consumi. Già alla prima messa in moto, il rombo del 2.3 da 280 CV è capace di far dimenticare ogni cosa, siete avvisati.