Ford E-Transit, la prova in anteprima del veicolo commerciale elettrico

Abbiamo provato in anteprima il nuovo Ford E-Transit, il primo veicolo commerciale a emissioni zero del brand americano.

Ford E-Transit, la prova in anteprima del veicolo commerciale elettrico
Articolo a cura di

Il veicolo commerciale Transit di Ford, bestseller in Europa, è arrivato finalmente nella sua variante 100% elettrica e porta il mondo della produttività a un nuovo livello (primo contatto con il Ford E-Transit 2022).
Il modello, che porta il nome di E-Transit, ricalca perfettamente la formula vincente dei modelli a propulsione termica, stessa volumetria e stesso carattere, ma contestualmente affina sensibilmente la qualità del prodotto con soluzioni tecniche e di business management.
Gli ordini ricevuti sono già 5.000 ma la roadmap prevede la diffusione capillare di questo veicolo che grazie a una batteria da 68 kWh, un'autonomia dichiarata di 317 km (con ciclo WLTP) e un'offerta di "body style" alla pari del Transit tradizionale fa letteralmente da apripista nel mondo delle soluzioni di mobilità professionali.

Il nuovo Ford E-Transit dentro e fuori

Esteticamente l'E-Transit è quasi identico alla controparte ICE, notiamo però alcuni dettagli come i badge di denominazione dedicati, la griglia frontale con inserti blu e ovviamente lo sportellino di ricarica frontale.

Per il cliente sono disponibili 3 altezze e 3 lunghezze che mantengono però il medesimo passo; il tutto si declina in ben 25 varianti compreso un modello chassis. Chiaramente anche le portate utili sono diverse: per i van arrivano a un massimo di 1.758 kg, mentre per i modelli "cassonati" è possibile arrivare fino a 2.090 kg in omologazione N2.
Gli interni portano diversi upgrade rispetto alle versioni precedenti, primo fra tutti il sistema d'infotainment SYNC 4 con schermo touch da 12 pollici che debutta per la primissima volta su un furgone Ford (per saperne di più: le novità del nuovo Ford SYNC 4) insieme al freno di stazionamento elettronico e al selettore del cambio elettronico a ghiera. Questo permette di avere una cabina di guida nettamente meno ingombrante e più spaziosa, in generale tutto l'ambiente interno di E-Transit lascia percepire una qualità più alta rispetto ai modelli precedenti restituendo l'impressione di guidare un veicolo normale e non un commerciale.

Presente anche il Ford Connected Navigation System, un sistema intelligente in grado di pianificare il viaggio sulla base di traffico, autonomia e parcheggi del veicolo prevedendo, se necessario, delle tappe di ricarica. L'allestimento è unico per tutti i modelli, Trend, e offre al cliente un equipaggiamento di serie molto ampio tra cui clima automatico, specchietti elettrici riscaldabili, sedili riscaldabili, Keyless Start e parabrezza brevettato Ford Quickclear.

Altra feature (optional) assolutamente interessante è il ProPower on Board, grazie a questo sistema Ford trasforma di fatto E-Transit in un generatore mobile utile per sfruttare l'energia delle batterie rendendola disponibile a dispositivi o macchinari tramite 3 porte da 230 V per un'erogazione massima di 2,4 kW.
Pensate che, per fare un esempio, il team di Ford Pro ci ha spiegato che utilizzando per un'ora di fila una sega circolare, una radio, una saldatrice, un compressore, una sega da banco ricaricando nel frattempo uno smartphone, un tablet e un computer è stato calcolato un assorbimento di appena 5,6 kWh ovvero una riduzione di 20 km dell'autonomia totale. Davvero non male!

Sensazioni di guida

Le grosse differenze con la controparte termica sono "sotto al cofano", anche se di fatto frontalmente sparisce il propulsore diesel per lasciare invece spazio a un motore sincrono a magneti permanenti collocato posteriormente - per mantenere la trazione classica - e offerto in doppio taglio 184 e 269 CV con una coppia per entrambi di 430 Nm e una velocità massima di 130 km/h.

Grazie all'erogazione istantanea e allo spunto del motore elettrico ci siamo ritrovati alla guida di un mezzo scattante, agile, silenziosissimo, estremamente a suo agio sia in ambiente urbano che in quello extraurbano grazie all'ampia autonomia di oltre 300 km.
La dinamica di guida è migliorata parecchio rispetto al passato e anche i livelli di comfort si sono alzati, il merito è soprattutto dell'assale posteriore con sospensioni indipendenti Heavy Duty che consentono un assorbimento delle asperità dell'asfalto mantenendo allo stesso tempo un assetto sicuro.

Anche la batteria da 68 kWh gioca un ruolo fondamentale in questa dinamica: essendo posizionata sotto al pianale aiuta E-Transit a mantenere un baricentro più basso, mentre la capienza della stiva di carico rimane totalmente invariata.

Come per le vetture BEV classiche troviamo la frenata rigenerativa con funzione One Pedal abbinata a tutte e 3 le modalità di guida disponibili: Eco per una gestione ottimizzata della carica, Normale e Bassa Aderenza per la modulazione ad-hoc dell'erogazione su superfici scivolose.

Soluzioni di produttività senza precedenti

Il veicolo è solo una parte della soluzione che offre Ford Pro, tra i tanti vantaggi che il cliente può scegliere di acquistare c'è il Pro Software e Pro Service che aiutano i fleet manager nella gestione della flotta.

Grazie al modem di bordo integrato Ford Pro, E-Transit è in grado di comunicare il 100% dei dati che arrivano dal veicolo ai propri sistemi in cloud come Ford Telematics, un sistema gestionale (gratuito per il primo anno) che è in grado - attraverso una dashboard dedicata - di mostrare agli operatori svariate informazioni sullo stato della flotta e delle singole unità che la compongono.
In questo modo si hanno molteplici vantaggi: prima di tutto è possibile ridurre al minimo i tempi di fermo e ottimizzare al meglio i costi di manutenzione, è poi possibile avere una panoramica complessiva sulla ricarica dei veicoli oltre a garantire un monitoraggio costante (nei limiti della privacy, ovviamente) di tutti i mezzi aziendali.

Di ciascun E-Transit è possibile sapere praticamente ogni dato, quanti chilometri vengono percorsi ogni giorno e addirittura scoprire la virtuosità di ogni singolo driver tramite l'analisi real time dello stile di guida (limiti di velocità infranti, cintura non messa, frenate brusche ecc).
Esattamente come Ford Telematics lavora anche l'app gratuita FordPass Pro: attraverso smartphone si possono avere a portata di pollice tutti i dati di uno specifico veicolo, si può pianificare la ricarica, pre-climatizzare l'abitacolo, inviare un tragitto all'infotainment e anche sbloccare portellone e portiere.

Il prezzo di partenza è di 53.750 euro IVA esclusa (con vantaggio incluso dei 6.000 euro di incentivo alla rottamazione) per la versione Trend 350 L2 H2 con 184 CV, il cui equipaggiamento comprende anche il modem FordPass Connect con l'accesso illimitato ai servizi di FordPass Pro più Ford Telematic Essential e per un anno intero a quelli FordPass Charging Network e Telematics Full.
Il programma service Ford Pro offre anche una garanzia di 8 anni o 160.000 km valida sia per le componenti elettriche che per per la batteria. Tra gli optional si possono ordinare in aggiunta anche il Pre Collision Assist, il Cruise Control Adattivo e il Lane Departure Warning che vanno ad affiancare una lista di ADAS di primo equipaggiamento già corposa.