Alla guida della BMW Serie 3 Plug-in Hybrid senza usare benzina: la prova

Abbiamo guidato in giro per Milano la BMW Serie 3 Plug-in Hybrid 330e senza usare una sola goccia di benzina: si può fare?

provato Alla guida della BMW Serie 3 Plug-in Hybrid senza usare benzina: la prova
Articolo a cura di

Nonostante i disastri generati dal Coronavirus, il 2020 si sta confermando un anno chiave per l'intero settore automotive, che sempre più sta puntando su vetture ibride e 100% elettriche. BMW è stata una delle prime aziende a sperimentare la mobilità elettrica, pensiamo ad esempio alla i3 ora prossima alla pensione, che ha spianato la strada alla gamma attuale formata da ottimi modelli Plug-in Hybrid e a batteria. Il marchio tedesco ha di fatto elettrificato gran parte della sua line-up, dalla Serie 2 Active Tourer Plug-in Hybrid alla nuova BMW iX3 prossima all'uscita, che noi abbiamo visto in anteprima all'evento itinerante #Electrifyou nella sua tappa di Milano. Un'occasione che ci ha permesso di familiarizzare con tutta la gamma elettrificata di BMW Italia e provare fra le strade del capoluogo lombardo una Serie 3 Plug-in Hybrid di cui parleremo a brevissimo.

Esposta per la felicità dei presenti anche una BMW iNEXT, SUV di grandi dimensioni che ha poco a che fare con le auto attuali, grazie a linee futuristiche dentro e fuori e un DNA figlio della guida autonoma completa che arriverà nei prossimi anni. Per il momento però godiamoci il presente e saliamo a bordo di una Serie 3 330e Plug-in Hybrid.

Massimo comfort e modalità 100% elettrica

Parliamo di una vettura completa in ogni suo aspetto, non a caso il suo prezzo di listino equivale a 74.009,98 euro con IVA e Messa in Strada incluse. Se all'esterno a colpire è il doppio rene riveduto e corretto per la generazione in corso, un colore Tanzanite Blue Metallizzato e cerchi in lega leggera da 18", all'interno la fanno da padrone i sedili in pelle Vernasca Oyste, il tettuccio apribile in vetro e tantissima tecnologia. Si nota immediatamente l'ampio BMW Live Cockpit Professional appena dietro lo sterzo multifunzione, tra plancia e tunnel centrale troviamo invece un alloggiamento per la ricarica wireless del nostro telefono, un ampio schermo da 10,25" per l'infotainment con OS BMW 7.0, una vasta selezione di comandi per gestire ogni aspetto della vettura e una moltitudine di funzioni "invisibili" come l'hotspot WiFi, un impianto audio premium, ADAS di ogni tipo e genere, dal Driving Assistant Professional al Parking Assistant Plus. L'articolo che state leggendo però non vuole essere una recensione a 360 gradi, non abbiamo guidato la vettura abbastanza per fare qualcosa di simile, vogliamo però focalizzarci sulla tecnologia Plug-in Hybrid della 330e. Nonostante una potenza dichiarata di ben 292 CV e 215 kW, con ben 420 Nm di coppia massima fra 1350 e 4000 giri/min e uno scatto 0-100 km/h possibile in 5,8 secondi, la Serie 3 330e ha consumi dichiarati in 0 litri/100 km in città, 0 litri/100 km in extraurbano, 1,5 litri/100 km su circuito misto.

Questa sorta di "magia" è possibile grazie a un sistema ibrido che combina un motore termico da 1.135 kW e 184 CV e un propulsore elettrico fino a 83 kW e 113 CV, in grado di funzionare in maniera totalmente autonoma grazie a una batteria agli ioni di litio integrata - e capace di offrire, da scheda tecnica, fino a 68 km di autonomia, anche se poi "nel mondo reale" tutto dipende da come dosate l'acceleratore, dalle condizioni della strada e così via. Andando "piano", senza scattare violentemente a ogni semaforo e usando con coscienza la frenata rigenerativa, nella nostra esperienza abbiamo notato come sia assolutamente possibile raggiungere i 50 km in modalità 100% elettrica, senza mai mettere in moto l'unità termica. Questo porta a evidenti vantaggi, ad esempio se il nostro percorso casa-lavoro non comporta più di 50 km giornalieri, siamo perfettamente in grado di girare in città a zero emissioni, senza usare neppure una goccia di carburante - motivo per cui abbiamo 0 litri/100 km in ambito urbano e anche extraurbano, con qualche attenzione maggiore.

Ricaricando la batteria integrata a una Wallbox casalinga oppure presso una colonnina pubblica, che possiamo magari sfruttare al lavoro, potremo ricorrere alla benzina solo nel caso in cui davanti a noi abbiamo un lungo viaggio, oppure abbiamo esaurito la carica e non abbiamo modo di ricaricare velocemente. Questo meccanismo rende la Serie 3 330e Plug-in Hybrid un mezzo estremamente versatile e smart, oltre che elegante in ogni suo aspetto - e sì, sul nostro modello c'era anche il Luxury Pack.

Una dinamica di guida cucita su misura

Siamo comunque noi a dire alla vettura quale comportamento utilizzare, grazie ai tasti presenti sul tunnel centrale che ci permettono di scegliere fra modalità Sport, Hybrid ed Electric. Ogni profilo Standard può essere affiancato da un altro Individual, con tutti i settaggi che preferiamo per calibrare al meglio la vettura in base al nostro stile di guida. In modalità Hybrid lasciamo gran parte del controllo all'auto, che sceglierà in autonomia quando usare il motore elettrico e quando invece accendere il termico. In modalità Electric escludiamo invece del tutto il motore termico, così da circolare in città nel silenzio più assoluto e a zero emissioni. Certo ci troviamo pur sempre a bordo di una vettura da 292 CV, motivo per cui BMW ha pensato alla modalità XtraBoost, che sfrutta il motore elettrico per aumentare le prestazioni del propulsore termico - cosa che si percepisce soprattutto in fase di accelerazione.

Ovviamente in questo caso sentiamo chiaramente il motore termico accendersi e "ruggire", con consumi di carburante superiori alla modalità Hybrid, siamo in ogni caso noi a decidere che stile di guida adottare percorso dopo percorso. Essendo il nostro test focalizzato sull'uso elettrico in città, è della modalità Electric che vogliamo parlarvi. Sull'ampio cockpit digitale, che può visualizzare svariate info e la navigazione in tempo reale (proiettata nel nostro modello anche sul parabrezza grazie all'head-un display), possiamo vedere a quanta potenza stiamo facendo girare il motore elettrico oppure quanto stiamo sfruttando la frenata rigenerativa per ricaricare la batteria al litio installata a bordo.

Abbiamo chiaramente anche una stima dell'autonomia 100% elettrica rimasta, che si adatta al nostro stile di guida - quindi se partite con 50 km di autonomia residua, non stupitevi se in poco tempo la ritrovate a 25 a causa di accelerate brutali continue, bisogna imparare a ottimizzare la guida se vogliamo migliorare l'efficienza. Al di là del nostro autocontrollo, guidare la 330e in modalità Electric è un assoluto piacere: il motore elettrico è silenzioso all'estremo, permette di mantenere un'andatura lineare e tranquilla così come di attaccarci al sedile ma senza eccessi, con BMW che tiene a bada la potenza massima per ottimizzare i consumi di energia. Abbiamo attraversato Milano da sud a nord e ritorno, sempre in modalità 100% elettrica, simulando più o meno quelli che sono i nostri tragitti standard quotidiani e non abbiamo mai avuto il bisogno di usare il motore termico, segno che viaggiare da casa a lavoro, inserendo magari qualche commissione nel mezzo, è assolutamente possibile.

Certo il cartellino del prezzo del modello che abbiamo testato è abbastanza alto, è però possibile avere la Serie 3 Plug-in Hybrid anche a partire da 54.500 euro rinunciando a qualche optional luxury (anche se, arrivati a questo punto, vi consigliamo di spendere almeno 200 euro in più per prendere il cambio automatico Sportivo Steptronic a 8 rapporti con paddle al volante). Una tale spesa per l'acquisto può portare a risparmiare sul carburante sul lungo periodo, nel caso riuscissimo a usare la modalità Electric per tutti i nostri viaggi urbani e ricaricando la batteria magari a casa, dove l'energia costa meno rispetto alle colonnine pubbliche veloci. Spetta però a voi capire quanto una Plug-in Hybrid possa cambiare in meglio la vostra vita quotidiana, le possibilità - come vi abbiamo raccontato - sono molteplici. Controllo e scelta, pensando alla dinamica di guida, sono certamente superiori a qualsiasi altra alimentazione disponibile oggi sul mercato.